Hai riscontrato delle avversità o delle malattie sul tuo nocciolo? Qui puoi cercare l’intervento da adottare sulla base del tuo problema specifico. La scheda di intervento indica il tipo di avversità, i criteri di intervento e quali tra i nostri prodotti naturali ti consigliamo di utilizzare.

Se non riesci a trovare le informazioni che ti servono puoi inviarci una foto del problema, per ottenere una risposta specifica, oppure scriverci.

NOTE: I nostri estratti vegetali non danneggiano gli insetti utili, mentre altri prodotti di origine naturale, come il piretro e il rotenone, uccidono per contatto tutti gli insetti e quindi con trattamenti ripetuti favoriscono l’insorgenza di acari dannosi.

 

Crittogame

 

Gleosporiosi (Monostichella coryli)

CRITERI DI INTERVENTO:
I trattamenti sono da effettuarsi nei noccioleti situati in pianura o in fondovalle.

PRODOTTI CONSIGLIATI:
EQUISETO (dettagli) + PROPOGEM (dettagli)

 

Mal dello stacco (Cytospora corylicola) e altre malattie del legno

CRITERI DI INTERVENTO:
Interventi agronomici: durante la potatura invernale asportare e bruciare i rami colpiti.
Trattamenti: è opportuno proteggere con mastici o paste cicatrizzanti i tagli o le ferite più ampie e profonde.

PRODOTTI CONSIGLIATI:
PROPOGEM (dettagli) + poltiglia bordolese

 

Fitofagi principali

 

Acaro delle gemme o Eriofide galligeno (Phyticoptella avellanae)

CRITERI DI INTERVENTO:
E’ necessario individuare, con opportuni controlli visivi, l’inizio della migrazione dell’acaro delle gemme infestate a quelle in formazione. I trattamenti vanno effettuati nel momento della massima presenza del fitofago.
Soglia: 15% di gemme infestate

PRODOTTI CONSIGLIATI:
ORTIPLUS (dettagli) + PROPOLAM (dettagli)

 

Fitofagi occasionali

 

Cocciniglia (Eulecanium coryli)

CRITERI DI INTERVENTO:
Soglia: presenza di scudetti sui campioni di legno prelevati nel corso dell’inverno.

PRODOTTI CONSIGLIATI:
ORTIPLUS (dettagli)

 

Balanino (Curculio nucum)

CRITERI DI INTERVENTO:
Occorre valutare la presenza degli adulti adottando la tecnica dello scuotimento.
Soglia: due individui per pianta su 5 piante ad ettaro, scelte nei punti di maggior rischio. I trattamenti, da effettuarsi al raggiungimento della soglia, potranno essere limitati alle zone più infestate.

PRODOTTI CONSIGLIATI:
NOPAR (dettagli) + PROPOLAM (dettagli)

 

Agrilo (Agrilus viridis)

CRITERI DI INTERVENTO:
Interventi agronomici: nei mesi estivi occorre individuare la presenza di rami infestati da larve od ovature, al fine di procedere alla loro asportazione e distruzione nel corso dell’inverno.

PRODOTTI CONSIGLIATI:
ORTIPLUS (dettagli)

 

Cimici – Pentatomidi e Coreidi (Gonocerus acuteangulatus, Palomena prasina, …)

CRITERI DI INTERVENTO:
Negli impianti a rischio delle zone collinari, o dove negli anni precedenti sono stati segnalati danni, si consiglia il ‘frappage’, nel periodo maggio-luglio, applicando la soglia indicativa media di 2 individui per pianta.

PRODOTTI CONSIGLIATI:
NOPAR (dettagli)

 

CONSIGLI UTILI

Effettuare sempre i trattamenti nel tardo pomeriggio, mai al mattino o in pieno sole.
Per ottimizzare le proprietà dei nostri prodotti, si consiglia di trattare preventivamente a cadenza quindicinale aggiungendo sempre il Tacabin ad ogni trattamento, ad esclusione del periodo di fioritura delle piante da frutto.
Si dimezza la dose di poltiglia bordolese abbinandola con il Propogem.

Per ricevere OFFERTE, SCONTI e PROMOZIONI iscriviti alla nostra newsletter !!!

 

×