TEMPO DI FERIE… E RACCOLTI

La Praglia - Catalogna bio
La Praglia – Catalogna bio

VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE


Nell’ORTO ad Agosto


La consuetudine vuole che in agosto tutte (o quasi) le attività si interrompano per permettere ai lavoratori un meritato periodo di riposo. Ebbene, come ben sanno tutti gli agricoltori, i lavori agricoli non si fermano, anzi per certe colture in questo mese si intensificano.

In agosto nell’orto si possono ancora seminare i finocchi autunnali, la cicoria grumulo (in piemontese “truset”), la valeriana e trapiantare tutti i radicchi, i cavoli e i porri.

Attenzione in questo periodo all’oidio (mal bianco) sulle zucche e zucchini, trattate con zolfo in polvere o meglio con permanganato di potassio che ha il vantaggio di non lasciare odori e non rischiate scottature sulle piante se le temperature sono troppo alte.

Molti ortaggi hanno già raggiunto la massima produzione e ci sono da raccogliere grandi quantità di fagioli, fagiolini, zucchini, cetrioli, melanzane, peperoni e pomodori; dunque è tempo di conserve. Prendendo esempio dalle formiche, dobbiamo lavorare alacremente per preparare verdure sott’aceto, sott’olio, conserve e confetture da consumare durante il prossimo inverno. A proposito, una ricetta veramente sfiziosa ve la voglio proprio dare!

Se avete quei peperoncini rotondi, rossi e piccanti, armatevi di santa pazienza e cominciate: raccoglieteli già completamente colorati e lasciateli distesi al sole per due o tre giorni, poi con un coltellino appuntito incidete il picciolo intorno alla sua base e asportatelo con tutti i semi, aiutandovi con l’impugnatura di un cucchiaino. Sbollentate i peperoncini così svuotati in aceto e sistemateli con l’apertura rivolta in basso su un canovaccio pulito. Lasciateli riposare per una notte e il mattino dopo preparate una farcia con: 50% di tonno, 30% di acciughe e 20% di capperi, riempite bene i peperoncini.

Sarebbe più raffinato inserire in ogni peperoncino un pezzo di tonno circondato da un pezzo di acciuga e coperto da un cappero, ma ci vuole molta più pazienza. Poi sistemate i peperoncini così farciti con l’apertura in alto in barattoli di vetro sterili e asciutti, ricopriteli con olio extravergine di oliva (meglio se biologico) fino a ricoprirli bene e lasciate riposare per 24 ore. Prima di richiudere controllate
che non siano rimaste bolle d’aria e rimboccate con altro olio fino a un centimetro dal bordo, chiudete ermeticamente e riponete in luogo fresco e buio. Aspettate (se riuscirete a resistere) a consumare il contenuto non prima di due mesi.

Questi peperoncini così preparati sono favolosi come antipasto e il loro olio è eccezionale per condire gli spaghetti.


VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE


Nel FRUTTETO ad Agosto


In questo mese nel frutteto i lavori sono meno frenetici che nell’orto, si devono controllare l’inerbimento con tagli periodici e le eventuali irrigazioni se necessarie.

Si può ancora intervenire con una seconda potatura verde sulle piante di melo molto vigorose e poco produttive, asportando i succhioni e sfoltendo i rami di un anno sviluppatisi nelle parti alte delle branche.

E’ più necessaria la seconda potatura verde sui peschi tardivi da effettuare nella prima decade di agosto e comunque entro venti giorni prima della raccolta; su quelli a maturazione precoce, la seconda potatura verde va effettuata dopo la raccolta con i tagli dei succhioni e la selezione dei migliori rami misti per il prossimo anno. Lo stesso discorso vale per l’albicocco e il susino.

In questo mese, oltre alla raccolta di pesche, albicocche e susine, inizia quella di mele e pere estive; questi frutti vanno raccolti prima che abbiano raggiunto la completa maturazione e cioè quando inizia l’imbrunimento dei semi che passano dal colore bianco al marrone. Fate particolarmente attenzione a questo fatto, perché i frutti raccolti troppo acerbi, tendono ad appassire in magazzino e rimangono di sapore ispido e non dolci; se troppo maturi, invece, si conservano poco e diventano farinosi.

Sulle drupacee intervenite, in caso di cidia o di anarsia con Ortiplus e Siligem (come adesivante).

Sulle pomacee intervenite in caso di ticchiolatura con Entofito e Propogem.

Controllate settimanalmente la presenza di carpocapsa (verme delle mele e delle pere) e nel caso intervenite subito
con Ortiplus e Siligem.

Buon lavoro!


VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE


Lavori di Agosto


Lascia un commento

Per ricevere OFFERTE, SCONTI e PROMOZIONI iscriviti alla nostra newsletter !!!

 

×